• Inshibrikki

Trained to Trek!

Aggiornato il: mar 13

Certo, puoi presentarti ai piedi dell'Alta Via con un fiore in bocca e un pacchetto di Camel nella manica della maglietta ma l'esperienza (non necessariamente quella di chi scrive, diciamo quella di chiunque) insegna che senza almeno un po 'di allenamento pre-viaggio o un buon livello base di fitness, il trekking è un lavoro duro. Anzi, siamo realistici, lo è comunque. Il prezzo di un trekking veramente soddisfacente si paga in sudore, lacrime e a volte sangue. Di norma polpacci doloranti e quadricipiti a pezzi sono distintivi d'onore, assieme a graffi, vesciche e unghie dei piedi perse, segni di orgoglio. In cambio, ottieni alcuni dei paesaggi più incontaminati e sbalorditivi del pianeta. E più ti alleni per la tua escursione epica, più facile sarà. Ecco alcuni dei nostri principali suggerimenti di preparazione per il tuo prossimo trekking:


1. Inizia a camminare ora (non è mai troppo presto per iniziare l'allenamento) Questo può sembrare il passo più ovvio per iniziare molte persone non lo fanno. Il modo migliore per prepararsi per una passeggiata davvero lunga? Iniziare con passeggiate brevi. Dovresti iniziare con piccole distanze e allenarti fino alla lunghezza che percorri durante il tuo viaggio. Quando inizi l'allenamento, lascia un giorno tra ogni camminata per consentire al tuo corpo di recuperare. Ma man mano che il tuo corpo diventa più performante, prova a fare sessioni back-to-back ogni giorno: ti aiuterà a costruire la tua resistenza per la natura implacabile di un trekking di dieci giorni, in cui non avrai il lusso dei giorni di riposo.


2. Rendi una attività aerobica basata sulle gambe parte della tua routine. Oltre a fare lunghe passeggiate, E' una buona idea anche lavorare un po' di cardio sulle gambe nella tua routine quotidiana. Il ciclismo è fantastico per aumentare la massa muscolare delle gambe, ma anche il calcio, lo squash e il nuoto sono fantastici. Se ti piacciono di più gli allenamenti in palestra, alterna le tue lezioni di spin o il ciclismo con squat e affondi.


3. Prendi le scale ogni volta che puoi. Salire le scale è un'attività alla portata di tutti ed è ottima per costruire polpacci e quadricipiti, quindi prendi le scale invece dell'ascensore o della scala mobile quando sei al lavoro o alla stazione ferroviaria.


4. Assicurati di camminare correttamente. Sì ok, lo fai da quando avevi circa un anno ma è molto importante monitorare come stai camminando e se lo stai facendo correttamente. Assicurati di colpire prima il terreno con il tallone, quindi rotolare sulla punta del piede, il che ti spinge al passaggio successivo (ciò contribuirà a ridurre il rischio di stecche dello stinco e stiramenti del tendine. Cammina con la testa alta, gli occhi in avanti e le spalle in piano.


5. Varia il tuo terreno di allenamento. Quando sei in viaggio, è assai improbabile che tu debba camminare su sentieri e strade pianeggianti, quindi evita di allenarti esclusivamente su questi. Prova invece ad avventurarti su superfici simili ai percorsi del trekking. È molto importante preparare i piedi, le caviglie e le ginocchia per lo stress che subiranno durante il viaggio.


6. Cammina in tutti i tipi di meteo. È anche improbabile che tu abbia dieci giorni consecutivi di tempo perfetto durante il tuo viaggio, quindi preparati a tutte le condizioni camminando in condizioni fredde, ventose, piovose, calde e umide (dove possibile, ovviamente!).


7. Prova a usare i trekking poles. Quando navighi lungo i sentieri di ghiaia più scoscesi ed insidiosi, i bastoni da camminata nordica (walking sticks, trekking canes o comunque li vogliate chiamare) diventeranno i tuoi due nuovi migliori amici. Il loro ruolo è quello di togliere pressione dalle ginocchia. Può essere una buona idea incorporare i bastoncini nelle sessioni di allenamento in modo da abituarsi al loro uso.


Allenati con uno zaino. In quasi tutti i nostri viaggi di trekking, non porterai il tuo zaino principale, ma dovrai portare con te un piccolo zaino, pieno di cose essenziali come snack, crema solare, acqua e attrezzatura per il tempo umido. Quindi, con tutti i tuoi giorni o mesi di allenamento, assicurati di metterti alla prova con una borsa ponderata. Se vuoi davvero spingerti al limite, prepara la tua borsa con alcuni extra, quindi un po' più pesante di quello con cui stai pianificando di fare un'escursione durante il viaggio.


9. Manteniti ben alimentato. È importante disporre di abbastanza acqua e cibo, l'idratazione è la chiave. Noci, frutta secca, barrette al muesli e cioccolato sono tutte buone, veloci fonti di energia e proteine; conserva una selezione di questi snack salutari nel tuo zainetto. Porta una borraccia. I torrenti alpini sono di solito un'ottima fonte di acqua dolce. Mentre sei in modalità allenamento, prova a mangiare e bere "in movimento" il più possibile, in modo che il tuo corpo possa abituarsi alla digestione durante un intenso esercizio fisico.


10. Investi in buona attrezzatura e comincia dalle calzature. I tuoi piedi sono la parte del tuo corpo cruciale durante un trekking e non ci vuole molto per tenerli in perfetta forma. Investi in un paio di scarponcini da trekking di buona qualità e resistenti all'acqua. Dopodichè indossali ovunque. Non soltanto nelle tue sessioni di allenamento ma anche durante lo shopping, al lavoro, alla prima della Scala... ok magari no Hai capito il senso però; indossarli il più possibile nelle settimane e nei mesi precedenti all'evento per cui ti prepari, contribuirà ad evitare vesciche, unghie dei piedi perse. Fa' scorta di un paio di calzini da trekking preferibilmente un misto lana e nylon. Questi assorbiranno l'umidità e manterranno i tuoi piedi asciutti. Se vuoi proprio esagerare, indossane due paia mentre cammini per ridurre al minimo la possibilità di vesciche.




#training #AltaVia #Outdoor #trekking #trailrunning #environment #compass #nature #environmentalism #outdoors #camping #inshibrikki #albertobaglietto #today #trees #grass #dirt #blueskies #green #gogreen



10 visualizzazioni